Benvenuti su Assisidoc

L'ANNO MILLE


Con il nuovo millennio  il feudalismo è nella sua piena fioritura nella piccola città di Assisi dopo secoli di appartenenza al forte ducato longobardo di Spoleto.


Una miriade di castelli sorgono nel territorio Assisano:Petrata,Pian della Pieve,La Torre di Cencio,Armezzano,

Monte Moro, Colle del Lupo,Bandita, ecc,.


La società medioevale è contrapposta in un  netto dualismo :

 la nobiltà feudale, soggetti al governo dell'Imperatore, ed il popolo, soggetti a loro volta alla nobiltà.


Una serie di Conti dal nome di Ermenaldo,Offredo,Il Guitto Adenolfo,Lupone,Bucaione,Sanguigno, ecc, fanno della guerra una normalità,la forza un diritto,la rappresaglia un dovere, soggiocando tutto e tutti,mentre la chiesa stenta per porre un limite a tutto questo.


Il feudatario è il proprietario del fondo con le coltivazioni,allevamenti e varie trasformazioni casalinghe di prodotti che costituisce l'unità economica e giuridica della "corte", diretta a sua volta, da un "gastaldo" rappresentante e fiduciario del propietario.


Il Feudalismo, con la formazione delle signorie fondiare, è la conseguenza dell'asservimento totale dei liberi coltivatori costretti a mettersi sotto la protezione di un signore di cui aveva arbitrio completo  delle loro vite,sostanze e famiglie, che potevano essere donati,ceduti,dati in pegno e in usufrutto.


Anche i monasteri sono piccoli feudi organizzati come veri castelli, con abbati più guerrieri che uomini di chiesa,vaste giurisdizioni,servi ed uomini d'arme per difendere grandi patrimoni accumulati nei secoli.


Con l'era dei mercanti dove la supremazia è basata sulla circolazione di denaro con compra-vendite e formata una classe varia e turbolenta,faziosa e vanitosa inizia la decadenza delle signorie fondiarie creando aspri dissidi con i feudatari.


Il sogno della richezza ,l'espansione commerciale,l'orgoglio della conquista e il segno della libertà sono le condizioni per affermare il diritto alla guerra nella società medioevale, e così nel 1054 inizia una guerra di Assisi imperiale, con Foligno e Todi, contro Perugia papale .


Nel 1321 Perugia muove contro Assisi condotta da Cante Gabrielli da Gubbio, e dopo un anno di assedio viene conquistata,saccheggiata,abbattute le mura ed assoggettata a Perugia.

Nel 1442 un capitano di ventura Niccolò Piccinino con ventimila venturieri prese Assisi consumendo un saccheggio con una ferocia inaudita.


Nel secolo XI inizia un processo di urbanizzazione che trasferiche nell'interno della città i "consortes"istituzione tipica delle signorie fondiare insieme a gruppi gentilizi tutti tenuti insieme da vincoli di sangue,dalla comunanza del lavoro e della propietà trasformando le famiglie in una forza politica e militare.


Maiores e Minores sono i due aggettivi in uso nella società medioevale per classificare e distinguere la potenza,il potere,la nobiltà .

 

Nella metà del secolo XI prende forma un nuovo ordinamento politico,economico e sociale dove le classi inferiori,i "minores"si ribellano contro il peso dei pedaggi e il lavoro servile mentre le associazioni dei mercanti e produttori sostiuiscono le consorterie nobiliari.


La città diventa uno stato a se stante con un governo che si allarga a tutte le classi dei cittadini,con le sue leggi e magistrati, ma contro questa nuova situazione muove la reazione imperiale tanto che nel 1160 Federico Barbarossa emanava un documento ufficiale di assoggettamento all'autorità imperiale della città di Assisi.


Conclusa la lotta tra Federico e papa Alessandro nel 1177 Federico ritorna ad Assisi e si insediò alla rocca fino al 1178.


Nel 1182 nasce Francesco di Assisi della famiglia di Pietro Bernardone, 1187 Gerusalemme cade nelle mani di Saladino e Francesco di appena cinque anni risente fortemente di questa sventura abbattutta sulla cristianità.

San Francesco sarà un faro di tutta la nuova Cristianità.

Fondò nel 1209 il primo ordine Francescano detto dei Frati minori,e migliaia di seguaci si sparsero in tutto il mondo ha divulgare la dottrina del poverello di Assisi.

Cantando le lodi del Signore San Francesco morì la sera del 3 ottobre 1226.

 

 

 

 

 

L'ANNO DUEMILA


Censimento della popolazione nel comune:

  • 1861 = 13.559 abitanti
  • 1901 = 16.871    ""
  • 1951 = 24.208    ""
  • 2001 = 25.301    ""
  • 2010 = 28.143    ""

La popolazione straniera al 2010 è di 3.142 abitanti con le nazionalità maggiormente rappresentate di Romania 3,02%,Albania 2,65%,Marocco 1,32%.

 

Le Frazioni del comune di Assisi :

 

Armezzano, Capodacqua, Castelnuovo, Costa di Trex, Mora, Palazzo, Passaggio d'Assisi, Petrignano, Pieve San Nicolò, Porziano, Rivotorto, Rocca Sant'Angelo, San Gregorio, S.M. degli Angeli, S.M. di Lignano, Sterpeto, Torchiagina, Tordandrea, Tordibetto, Viole.

 

 

 

Guida Assisi
Vista dalla Rocca Maggiore
Vista dalla Rocca Maggiore
Mappa Assisi
Bosco Francescano
Bosco Francescano
Il Tempo Domani a Assisi
Chiesa di Santa Chiara
Chiesa di Santa Chiara
Basilica di San Francesco
Basilica di San Francesco
Piazza del Comune -la fontana
Piazza del Comune -la fontana
Porta San Pietro
Porta San Pietro

Tintori di stoffe
Tintori di stoffe
Arresto Bonifacio VIII
Arresto Bonifacio VIII
La Filatura
La Filatura
Federico II Barbarossa
Federico II Barbarossa
Crociati
Crociati
San Francesco di Assisi- affresco del  Cimabue
San Francesco di Assisi- affresco del Cimabue